CORSO DI MASSAGGIO AL NEONATO

 

Cari genitori, a partire dal primo mese di vita del bambino è possibile partecipare al corso di massaggio al neonato condotto dall’ostetrica e insegnante di massaggio infantile Valentina .
Durante il corso, che si articola in 4 sedute a cadenza settimanale ,è possibile apprendere non solo tecniche di massaggio del neonato che hanno benefici sul benessere fisico di genitore e bambino, ma soprattutto si sperimenta un nuovo modo di STARE COL PROPRIO PICCOLO. Ecco che il massaggio diventa un momento privilegiato di interazione col bebè dove non solo si possono alleviare comuni disturbi dell’età neonatale e infantile ( coliche, stipsi, dolori di dentizione…) ma si trasmettono contenuti emotivi,, attraverso i sensi che vanno rafforzare il legame GENITORE – BAMBINO.
Infatti durante il massaggio sono coinvolti tutti 5 sensi : tatto ( le mani del genitore che accarezzano), vista ( stretto contatto visivo genitore- bambino), olfatto ( l’odore della pelle del bebè e del genitore che massaggia), udito ( i gorgheggi del piccolo e la voce del genitore di sottofondo al massaggio) e il “sapore” di una nuova ESPERIENZA.
Ecco qui di seguito i più importanti benefici sul benessere psico-fisico del bambino:
STIMOLAZIONE: dell’apparato circolatorio, digerente, respiratorio, del sistema immunitario, linfatico, nervoso, sviluppo del linguaggio, miglioramento della capacità di apprendimento, sviluppo e tono muscolare, integrazione sensoriale, connessioni neuronali.
SOLLIEVO: può aiutare in caso di gas intestinale e coliche, stipsi, crampi gastrointestinali, muco eccesivo, dolori dovuti alla dentizione, disorganizzazione del sistema nervoso, tensione fisica e psicologica.
RILASSAMENTO: può essere dimostrato dal miglioramento del sonno, tono muscolare normalizzato, aumento della flessibilità, regolazione degli stati comportamentali, riduzione dei livelli di ormoni indicatori dello stress, aumento dei livelli di dopamina, minore iperattività.
INTERAZIONE: favorisce la comunicazione verbale e non verbale, capacità di comunicazione prelinguistica, sensazione di essere rispettato, attivazione di tutti i sensi, nurturing touch, contatto con entrambi i genitori, empatia.

L’ostetrica non massaggia mai i bambini in prima persona, insegna ai genitori utilizzando una bambola, con la quale mostra la sequenza del massaggio .